Stai cercando un poeta o una poetessa in particolare?
Utilizza il box di ricerca sottostante, oppure passa a "Ricerca avanzata" e scopri se la Biblioteca possiede le opere di tuo interesse.

Ti interessa la poesia di una certa area linguistica?
Scegli la lingua cliccando nella tabella (troverai sia opere in lingua originale, sia in traduzione italiana, sia con il testo a fronte italiano/altra lingua)

Non sai da dove cominciare?
Scorri la lista dei volumi e utilizza i filtri a tua disposizione: nomi (autore/autrice), class (lingua ed epoca in cui è stata scritta l'opera), lingue (lingua della pubblicazione posseduta dalla biblioteca) .


ITALIANO

FRANCESE

GIAPPONESE

INGLESE

INGLESE AMERICANO

PORTOGHESE

SPAGNOLO

RUSSO

TEDESCO

CECO

CINESE

FINLANDESE

GRECO

POLACCO

SVEDESE

Trovati 1992 documenti.

Parola di Dante
0 0
Materiale linguistico moderno

Serianni, Luca

Parola di Dante / Luca Serianni

Bologna : Il Mulino, 2021

Abstract: Da qualche anno, nei dibattiti televisivi o in presenza, si sente l'oratore di turno che non si risolve a terminare il suo intervento e dice «Un'ultima cosa e poi mi taccio». Si tratta di una lepida formula anticheggiante restata inconsapevolmente nell'orecchio dal canto di Farinata, uno dei più famosi: «qui dentro è 'l secondo Federico / e 'l Cardinale; e degli altri mi taccio». La memorabilità di questa clausola ha probabilmente generato questo uso imperversante, senza nessuna consapevolezza da parte di chi usa questa formula. La Commedia di Dante non è soltanto un esempio insuperato di creazione poetica, ma anche un serbatoio linguistico che nel tempo ha riccamente alimentato il vocabolario dell'italiano. L'eredità dantesca è fatta di parole ed espressioni dalla storia diversa. Alcune resistono nella nostra lingua fino a oggi, a volte cambiando in tutto o in parte il significato. Altre è stato Dante stesso a coniarle, o a usarle per primo in italiano. Ma in un'opera letteraria come la sua le parole non possono essere staccate dalla poesia, e così il libro si sofferma su alcuni casi esemplari, ne tratteggia il profilo in riferimento al contesto in cui occorrono e alle implicazioni di senso di cui sono portatrici. Serianni guida il lettore ad accostarsi al genio linguistico del nostro poeta nazionale.

Ararat
0 0
Materiale linguistico moderno

Glück, Louise

Ararat / Louise Glück ; traduzione di Bianca Tarozzi

Milano : Il Saggiatore, 2021

Abstract: Camminiamo in un cimitero: i fiori incoronano una lapide, la tomba di una persona cara. Ci muoviamo sull'erba schiacciata dai piedi dei tanti che, come noi, procedono disorientati tra le tombe. Ripensiamo a ciò che è stato e, all'ombra di un faggio rosso, udiamo ancora una volta le nostre risate e i nostri pianti di bambini, la ninnananna sommessa di una madre che culla un figlio, il canto di un uccello che trafigge il silenzio di un padre, il nostro. Ararat è un commovente ritratto di famiglia, turbato, sullo sfondo, dalla presenza gelida della morte. Il lutto, dice Louise Glück, è una ferita aperta, pulsa, brucia; ma aspetta: il tempo trascolora, le ore sfioriscono. I giorni diventano mesi, i mesi anni: allora riviviamo l'ultimo saluto, il tremore di una mano, i sorrisi che non nascondono le lacrime, e capiamo che la sofferenza è compagna inevitabile della compassione, dell'amore. E nella dolcezza del dolore diventiamo inequivocabilmente umani.

Le donne di Dante
0 0
Materiale linguistico moderno

Santagata, Marco

Le donne di Dante / Marco Santagata

Bologna : Il Mulino, 2021

Abstract: Da settecento anni la stella di Dante continua a brillare alta nel firmamento degli «spiriti magni» del nostro paese e della cultura occidentale. Con piglio magistrale, Marco Santagata racconta il grande poeta fiorentino attraverso le donne che egli conobbe di persona o di cui sentì parlare, e che ne accompagnarono l'intero cammino. Si avvia così un autentico carosello di figure femminili: donne di famiglia, dalla madre Bella alla moglie Gemma Donati e alla figlia Antonia, che si farà monaca col nome di Beatrice; donne amate, prima fra tutte il suo amore giovanile, la Bice Portinari trasfigurata nella Beatrice della «Vita Nova» e del «Convivio», e poi angelicata nel Paradiso; infine le dame e le gentildonne del tempo, come Francesca da Rimini e Pia de' Tolomei, che pure trovano voce nelle cantiche della «Commedia». Lasciamoci allora guidare da parole e immagini alla scoperta anche delle zone d'ombra della biografia del poeta e vedremo dipanarsi uno straordinario, fitto garbuglio di vita vissuta e creazione letteraria.

Poesie, ancora poesie, sempre poesie
0 0
Materiale linguistico moderno

Tenucci, Adrio

Poesie, ancora poesie, sempre poesie / Adrio Tenucci

[s.l.] : Adrio Tenucci, 2021

Dante e le arti
0 0
Materiale linguistico moderno

Bussagli, Marco

Dante e le arti / Marco Bussagli

Firenze ; Milano : Giunti, 2021

Dante
0 0
Materiale linguistico moderno

Dante : i luoghi del sommo Poeta, 1321-2021

Milano : G. Mondadori, 2021

A riveder le stelle
0 0
Materiale linguistico moderno

Cazzullo, Aldo - Cazzullo, Aldo

A riveder le stelle : Dante, il poeta che inventò l'Italia / Aldo Cazzullo

Milano : Mondadori, 2020

Abstract: Dante è il poeta che inventò l'Italia. Non ci ha dato soltanto una lingua; ci ha dato soprattutto un'idea di noi stessi e del nostro Paese: il «bel Paese» dove si dice «sì». Una terra unita dalla cultura e dalla bellezza, destinata a un ruolo universale: perché raccoglie l'eredità dell'Impero romano e del mondo classico; ed è la culla della cristianità e dell'umanesimo. L'Italia non nasce da una guerra o dalla diplomazia; nasce dai versi di Dante. Non solo. Dante è il poeta delle donne. È solo grazie alla donna - scrive - se la specie umana supera qualsiasi cosa contenuta nel cerchio della luna, vale a dire sulla Terra. La donna è il capolavoro di Dio, la meraviglia del creato; e Beatrice, la donna amata, per Dante è la meraviglia delle meraviglie. Sarà lei a condurlo alla salvezza. Ma il poeta ha parole straordinarie anche per le donne infelicemente innamorate, e per le vite spente dalla violenza degli uomini: come quella di Francesca da Rimini. Aldo Cazzullo ha scritto il romanzo della Divina Commedia. Ha ricostruito parola per parola il viaggio di Dante nell'Inferno. Gli incontri più noti, da Ulisse al conte Ugolino. E i tanti personaggi maledetti ma grandiosi che abbiamo dimenticato: la fierezza di Farinata degli Uberti, la bestialità di Vanni Fucci, la saggezza di Brunetto Latini, la malvagità di Filippo Argenti. Nello stesso tempo, Cazzullo racconta - con frequenti incursioni nella storia e nell'attualità - l'altro viaggio di Dante: quello in Italia. Nella Divina Commedia sono descritti il lago di Garda, Scilla e Cariddi, le terre perdute dell'Istria e della Dalmazia, l'Arsenale di Venezia, le acque di Mantova, la «fortunata terra di Puglia», la bellezza e gli scandali di Roma, Genova, Firenze e delle altre città toscane. Dante è severo con i compatrioti. Denuncia i politici corrotti, i Papi simoniaci, i banchieri ladri, gli usurai, e tutti coloro che antepongono l'interesse privato a quello pubblico. Ma nello stesso tempo esalta la nostra umanità e la nostra capacità di resistere e rinascere dopo le sventure, le guerre, le epidemie; sino a «riveder le stelle». Un libro sul più grande poeta nella storia dell'umanità, a settecento anni dalla sua morte, e sulla nascita della nostra identità nazionale; per essere consapevoli di chi siamo e di quanto valiamo

La primavera e tutto il resto
0 0
Materiale linguistico moderno

Williams, William Carlos

La primavera e tutto il resto / William Carlos Williams ; a cura di Tommaso Di Dio

Como ; Pavia : Finis Terrae, 2020

Abstract: La primavera e tutto il resto (1923) è la precoce testimonianza di una fra le più inesauste e febbrili esperienze di poesia del Novecento. Scritto dal grande poeta modernista americano William Carlos William come risposta alla pubblicazione di The Waste Land di T.S. Eliot del 1922, La primavera e tutto il resto è un prosimetro che raccoglie i versi migliori della sua giovinezza e mostra quanto l'esperienza di destrutturazione dell'arte cubista e la violenza inaudita della grande guerra appena conclusa avessero destrutturato la parola poetica, rendendo necessaria l'apertura di un'inedita, incognita vita nova. In questa opera, il poeta americano ci dà il resoconto frantumato delle sue riflessioni, importando il ritmo della poesia nel cuore stesso della prosa e portando invece la violenta materialità delle cose feriali nella poesia, il tutto senza compromessi, ma anzi con la violenza di una prima scoperta. Ne risulta un'opera fremente, mossa, spezzata, liberata da ogni necessità di piaggeria formale, in cui il poeta però pone al centro il tentativo di una rinascita dell'intera cultura Occidentale fondata sull'idea e la pratica dell'immaginazione: unica forza capace di far sostare il lettore in ciò che da sempre gli è stato impedito, il momento attuale, l'adesso dove ognuno di noi possa ritrovare se stesso.

Dante
0 0
Materiale linguistico moderno

Barbero, Alessandro <1959- > - Barbero, Alessandro <1959- >

Dante / Alessandro Barbero

Bari ; Roma : Laterza, 2020

Abstract: Dante è l’uomo su cui, per la fama che lo accompagnava già in vita, sappiamo forse più cose che su qualunque altro uomo di quell’epoca, e che ci ha lasciato la sua testimonianza personale su cosa significava, allora, essere un giovane uomo innamorato o cosa si provava quando si saliva a cavallo per andare in battaglia. Alessandro Barbero segue Dante nella sua adolescenza di figlio d’un usuraio che sogna di appartenere al mondo dei nobili e dei letterati; nei corridoi oscuri della politica, dove gli ideali si infrangono davanti alla realtà meschina degli odi di partito e della corruzione dilagante; nei vagabondaggi dell’esiliato che scopre l’incredibile varietà dell’Italia del Trecento, fra metropoli commerciali e corti cavalleresche. Il libro affronta anche le lacune e i silenzi che rendono incerta la ricostruzione di interi periodi della vita di Dante, presentando gli argomenti pro e contro le diverse ipotesi e permettendo a chi legge di farsi una propria idea, come quando il lettore di un romanzo giallo è invitato a gareggiare con il detectivee arrivare per proprio conto a una conclusione

Gli invincibili
0 0
Materiale linguistico moderno

Alexander, Kwame

Gli invincibili / di Kwame Alexander ; illustrato da Kadir Nelson ; traduzione di Paola Quintavalle

Roma : Orecchio acerbo, 2020

Abstract: Questa è una lettera d'amore all'America. All'America nera. Alla forza, alla passione e alla perseveranza dei suoi più grandi artisti, atleti e attivisti. Ai sognatori. È una poesia che scava nel passato per portare alla luce la resistenza e il coraggio di chi è andato oltre il proprio tempo e sopravvive nel presente. E nel futuro.

Emozioni: Liriche in Talamone
0 0
Materiale linguistico moderno

Tenucci, Adrio

Emozioni: Liriche in Talamone / Adrio Tenucci

[s.l.] : Adrio Tenucci, [202.]

Libero pensiero
0 0
Materiale linguistico moderno

Meini, Piero

Libero pensiero / Poemini Rei (Piero Meini)

Pitilliano : Editrice Laurum, 2020

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Antenata
0 0
Materiale linguistico moderno

Gualtieri, Mariangela

Antenata / Mariangela Gualtieri

[Nuova ed.]

Milano : Crocetti, 2020

Averno
0 0
Materiale linguistico moderno

Glück, Louise

Averno / Louise Glück ; traduzione di Massimo Bacigalupo

Milano : Il Saggiatore, ©2020

Abstract: È di nuovo inverno, è di nuovo freddo. Il lago Averno, dove gli antichi credevano si trovasse la porta dell'aldilà, è scuro come il cielo sopra le nostre teste. Ad aguzzare gli occhi, riusciamo appena a distinguere la migrazione notturna di uno stormo di uccelli. All'alba, le colline brillano di fuoco, ma non è più il sole di agosto: i nostri corpi non sono stati salvati, non sono sicuri. In Averno, Louise Glück canta la solitudine e il terrore per l'ignoto, lo splendore della notte e l'amore, il desiderio: perché, sembra dirci, anche quando tutto è muto e spento, capita a volte di sentire musica da una finestra aperta, in una mattina di neve, e allora il mondo ci richiama a sé, e la sua bellezza è un invito. Premio Nobel per la Letteratura 2020.

Poesie
0 0
Materiale linguistico moderno

Södergran, Edith

Poesie / Edith Södergran ; traduzione e cura di Daniela Marcheschi

Roma : Elliot, 2020

Abstract: "Cercavi un fiore e hai trovato un frutto. Cercavi una sorgente e hai trovato un mare. Cercavi una donna e hai trovato un'anima - tu sei deluso."

La Zebra preferisce far la cacca sulle strisce
0 0
Materiale linguistico moderno

Zanetello, Sebastiano

La Zebra preferisce far la cacca sulle strisce / Sebastiano Zanetello ; illustrazioni di Mariolina Camilleri

Milano : Salani, 2020

Abstract: Ogni cacca ha la sua sede: per il cane è il marciapiede; ma la zebra preferisce  far la cacca sulle strisce. È dura da ammettere... però a tutti quanti prima o poi tocca far la cacca! Ma nessun animale fa la cacca uguale, e a volte si rischiano tremendi cataclismi: il pipistrello dove la fa quando a testa in giù se ne sta? E il tucano, quando sgancia, sa che il becco lo sbilancia? La cacca del camaleonte assume il colore di chi ha difronte? È giunto il momento dell'escremento! Una galleria di animali reali e immaginari in tante filastrocche originali e strampalate sul tema che da sempre affascina e unisce l'umanità. Rime folli e istruttive, illustrate da Mariolina Camilleri. Età di lettura: da 4 anni.

Vita meravigliosa
0 0
Materiale linguistico moderno

Cavalli, Patrizia

Vita meravigliosa / Patrizia Cavalli

Torino : Einaudi, 2020

Abstract: Fosse vissuta sei o sette secoli fa, nelle terre umbre dov'è nata, Patrizia Cavalli sarebbe stata senz'altro una delle grandi mistiche di quel periodo. Le sue esatte visioni verbali avrebbero narrato i misteri più sensibili della divinità, e le sue estasi, i suoi terrori e le sue ebbrezze sarebbero stati registrati e trascritti con devozione dai fedeli amici intorno a lei. Nei nostri tempi, invece, Patrizia Cavalli si è proposta il compito, più arduo, di dare parola ai misteri profani di cui tutti facciamo esperienza: all'indicibile nostalgia di settembre, che ogni anno, regolarmente, ci trafigge; al pulsare frenetico della «nemica mente», quando insegue e controlla ogni lieve mutamento del corpo; alla felicità che scende, come rugiada dal cielo, se una certa luce pomeridiana si mostra all'improvviso. In ogni verso, il ragionare poetico di Patrizia Cavalli non cerca, ma trova. Il suo ardente, ostinato desiderio conoscitivo non chiede altro che arrendersi, infine, dinanzi allo stupore e all'evidenza dell'apparizione poetica. "Vita meravigliosa" rappresenta una summa della poesia di Patrizia Cavalli, attraverso le ossessioni ricorrenti, i temi e i molteplici registri stilistici che la caratterizzano. Insieme ai molti fulminei epigrammi, comici o filosofici (spesso le due cose insieme), compaiono i monologhi ipocondriaci, quasi teatrali, oltre alle tante poesie d'amore, non prive di ferocia descrittiva, e un breve poemetto, "Con Elsa in Paradiso", dove la promessa - o la minaccia? - della vita eterna apre al poeta la possibilità terrestre di «abolire, non dico la realtà / ma ogni traccia di verosimiglianza». Poco importa che il poeta dica sempre 'io': quell'io è talmente dilatato, talmente elastico da includere nella sua lingua ogni cosa, purché esista e viva.

Poeti giapponesi
0 0
Materiale linguistico moderno

Poeti giapponesi / a cura di Maria Teresa Orsi e Alessandro Clementi degli Albizzi

Torino : Einaudi, 2020

La cura dello sguardo
0 0
Materiale linguistico moderno

Arminio, Franco

La cura dello sguardo : nuova farmacia poetica / Franco Arminio

Milano : Bompiani, 2020

Il mio primo libro dei capricci
0 0
Materiale linguistico moderno

Casalis, Anna

Il mio primo libro dei capricci / [testi Anna Casalis ; illustrazioni Kenny Ross]

Firenze ; Milano : Dami, 2020

Abstract: Teddy è alle prese con i suoi primi capricci... Come spiegargli che non si mette in disordine, che non bisogna fare troppo rumore e che non si dicono le bugie? Con un libro leggero, morbido, colorato e con tante simpatiche filastrocche per imparare a comportarsi per bene! Età di lettura: da 2 anni.