Nella raccolta locale trovi i documenti che hanno un legame intrinseco e diretto con il territorio, che descrivono la storia, la cultura, l'arte, le tradizioni, l'ambiente del comune e della provincia di Grosseto, o rappresentano memorie e testimonianze dell'attività dei protagonisti della società locale

Utilizzando il box sottostante, puoi consultare il catalogo online della nostra Biblioteca, restringendo la ricerca al solo sottoinsieme relativo alla raccolta locale.

Se proprio non sai da dove cominciare, puoi scorrere la lista completa delle pubblicazioni e ridurre il numero dei risultati utilizzando i filtri nella colonna a sinistra..

Per approfondire le tue ricerche, consulta anche l'Atlante storico topografico dei siti di interesse storico del Comune di Grosseto e l'Archivio globale della Maremma
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Data 1999

Trovati 4727 documenti.

Il sole spezzato
0 0
Materiale linguistico moderno

Ceroni, Gina <Cinigiano>

Il sole spezzato : romanzo / Gina Ceroni ; prefazione di Laura Luzzetti Amerini ; nota introduttiva di Enrico Taddei

Castelfranco Piandiscò (AR), Edizioni Setteponti, 2022

Abstract: Le figure femminili principali sono: Lucrezia e Dianora, due donne, distanti per età, ma ambedue forti e coraggiose. L’opera ci presenta dapprima i vari personaggi e in seguito gli intrecci delle loro storie; tutti si ritroveranno coinvolti nell’alluvione del ’66 a Grosseto. Sullo sfondo anche l’amore di due giovani che, in mezzo a tante peripezie, trovano l’intesa di un affetto che sentono eterno. Un romanzo dove il bene vince sul male come in una bella favola. Si avverte, nella descrizione dei vari paesaggi, un amore grande, da parte di chi scrive, per la natura, per la terra di Maremma, per i suoi colori, per la sua vitalità, una natura in cui lei si compenetra per diventarne parte. Originale il passo iniziale del romanzo dove l’alluvione imminente e infine straripante si intreccia con passaggi di vicende e persone tra presente e passato. La trama della storia è proprio un sole spezzato che si ricompone nei ritrovati affetti e nell’armonia del tutto.

La laguna di Orbetello
0 0
Materiale linguistico moderno

La laguna di Orbetello : storia, ambiente, gestione e progetti futuri / a cura di Monia Renzi

Arcidosso : Effigi, 2022

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Bianciardi e Cassola: gli anni della diaspora
0 0
Materiale linguistico moderno

Marcucci, Massimiliano

Bianciardi e Cassola: gli anni della diaspora : atti del convegno / a cura di Arnaldo Bruni ; presentazione di Massimiliano Marcucci ; in apertura Arnaldo Bruni

Milano : ExCogita, 2022

Abstract: Bianciardi e Cassola. Gli anni della diaspora raccoglie gli atti del convegno del 23 marzo 2019 sulle figure dei sue grandi autori del Novecento. Insieme scrissero I minatori della Maremma (1956), un reportage giornalistico sulle condizioni dei minatori maremmani, che rappresenta ancor oggi un modello di stile e di sensibilità, come dimostrato dalle molteplici ristampe editoriali, anche recentissime.

Di macchia e di morte
0 0
Materiale linguistico moderno

Cerri, Filippo - Cerri, Filippo

Di macchia e di morte : ballata degli ultimi briganti / Filippo Cerri

Firenze : Effequ, 2022

Abstract: Questa storia ricorda quei racconti narrati attorno al fuoco, che non sono fatti di principesse e di principi ma di terre riarse, di cieli aperti e di boschi fittissimi, di potere inflitto e subito, di vite che cercano di sopravvivere come possono, quando possono. Sono le storie dei luoghi d'Italia illuminati da una luce violenta e tetra, quelli in cui si muovono i briganti: il biondo Bianciardi, il grande e inafferrabile Tiburzi, e poi il re brigante e numerosi altri figuri le cui storie originano dal vero ma finiscono nella leggenda. Intorno a loro si agitano principi e carabinieri, persone comuni, preti, contadini, carbonai, prostitute, donne e proprietari terrieri. Seguiremo le loro vicende epiche e disperate, li vedremo vivere e morire in un percorso che, in un serrato montaggio da grande epopea western, ci porta dentro la Storia d'Italia e il brigantaggio, e ancora altrove, a conoscere le sorti di personaggi indimenticabili e ad addentrarci in una terra malata che nasconde sotto il suo morbo una bellezza segreta.

«Ubi Venduntur Olera...» e tanto altro ancora
0 0
Materiale linguistico moderno

Prisco, Gaetano

«Ubi Venduntur Olera...» e tanto altro ancora : il mercato alimentare delle famiglie maremmane fra 13. secolo ed età medicea / Gaetano Prisco

Grosseto : Innocenti, 2022

Abstract: Anche con questo libro l’autore continua nel fare ricerca, ed esporne i risultati, secondo l’intento di individuare peculiarità del territorio della Maremma grossetana e del versante del Monte Amiata che vi si affaccia, in riferimento ai grandi temi della storiografia. In questo caso l’intento è quello di rilevare quali siano gli aspetti particolari, in questo territorio, di ciò che concorre all’evoluzione, ovunque, del secolare criterio culturale che identifica il ceto sociale di un uomo con la natura del cibo di cui si alimenta, per cui, ad esempio, quando è costituito prevalentemente dalle verdure, ecco che per definizione chi se ne nutre fa parte della grande massa dei poveri.

Una terra di mezzo. I Longobardi e la nascita della Toscana
0 0
Materiale linguistico moderno

Una terra di mezzo. I Longobardi e la nascita della Toscana / a cura di Chiara Valdambrini

Cinisello Balsamo : Silvana Editoriale, 2022

Abstract: Originari, secondo l'Origo gentis Langobardorum e Paolo Diacono, del sud della Scandinavia, i Longobardi furono protagonisti di una lunga migrazione che nel 568 d.C. li condusse in Italia, dove crearono un regno destinato a durare poco più di due secoli. Un'epopea, la loro, che li portò anche in Toscana, terra di confine assorbita nell'orbita longobarda con l'occupazione della Tuscia, avvenuta fra il 572 e il 593. La conquista ridefinì un equilibro ormai fragile, indebolito dalla guerra greco-gotica, cui avevano fatto seguito epidemie di peste e carestie: il nuovo assetto generò ripresa e vivacità economica grazie al processo di integrazione. Il volume racconta la storia di un popolo dinamico e improntato al cambiamento, che pur segnando la prima frammentazione politica della Penisola, dopo secoli di unità garantiti da Roma, ne definì linee di civiltà e cultura che daranno l'impronta alla nascita dell'Italia medievale.

David Lazzaretti
0 0
Materiale linguistico moderno

Fatarella, Giorgio

David Lazzaretti : i personaggi della vicenda / Giorgio Fatarella

Arcidosso : Effigi, 2021

Abstract: Ancora un libro sul Santo David! È il primo commento che potrebbe fare chiunque si trovasse a leggere, anche di sfuggita, il titolo di questo testo! Ma il titolo è: David Lazzaretti: i personaggi della vicenda, e questo è già, di per sé, sufficiente a indicare che, a differenza di altri testi, sono “questi ultimi” ad occupare il centro della scena. Infatti, il testo non è altro che una ricerca, uno studio dei personaggi che, in qualche modo, si affacciano sulla complessa storia del profeta amiatino. Una raccolta cronologica di appunti, di biografie, di dati storici e di documenti che hanno l’unico scopo di facilitare lo studio di Lazzaretti

Dinamica
0 0
Materiale linguistico moderno

Dinamica : la scultura monumentale di Sauro Cavallini / a cura di Maria Anna Di Pede

Arcidosso : Effigi, 2021

Abstract: Cavallini, uomo provato dalle esperienze civili dell'epoca ma intatto nella sincerità e nella fede, traduce i suoi amori fondamentali, la felicità naturale, i suoi desideri di un universale umano più onnicomprensivo e più alto. Così scriveva Mario Luzi, su una pagina di presentazione alla raccolta di poesie di Sauro Cavallini, delineando sinteticamente il lato più intimo dello scultore ed evidenziando quei valori in cui credeva fermamente e che sempre riversò nella sua arte: amore, pace, fede incondizionata, ma anche dolore e sofferenza, fiducia e speranza sapientemente tradotti nel bronzo e combinati in composizioni fluide e armoniose che la luce esalta con infinite vibrazioni chiaroscurali. Fin dalle prime opere, eseguite tra la metà degli anni cinquanta e gli inizi dei sessanta Cavallini affronta tali tematiche sperimentandole nei materiali più vari: pietra, ceramica, terracotta, legno, metallo. È, tuttavia, nelle sculture in ferro realizzate con la tecnica detta 'goccia su goccia' che riesce a esprimere la sua poetica più intensa

Per Marta Marri: Storia e destino dell’esperienza di salute mentale grossetana
0 0
Materiale linguistico moderno

Per Marta Marri: Storia e destino dell’esperienza di salute mentale grossetana : dalla deistituzionalizzazione alla centralità del servizio pubblico di salute mentale / a cura di Fabrizio Boldrini, Giuseppe Corlito, Edwige Facchi

Pisa : Pacini Editore, 2021

Abstract: Marta Marri ha dedicato tutta la vita al riscatto degli ultimi tra gli ultimi, le persone sofferenti per la loro diversità psichica. Per questo quando abbiamo pensato di rendere onore affettuosamente e professionalmente alla sua memoria, come gruppo di collaboratori, di operatori della salute mentale, di amministratori della cosa pubblica e di cittadini che ne hanno assunto l’eredità culturale ed umana, abbiamo concepito il compito come una testimonianza al futuro. Non ci è stato sufficiente ricordare il passato, la sua storia personale e insieme la nostra collettiva, la storia dell’esperienza grossetana della salute mentale di comunità, che ella ha iniziato negli anni Sessanta del secolo scorso. Ci è sembrato necessario ricostruirla nei suoi capisaldi, come superamento delle istituzioni manicomiali e restituzione alla comunità sociale dei cittadini affidati alle nostre cure, attraverso il supporto di un servizio territoriale efficiente ed efficace a misura d’uomo, attraverso la dignità del lavoro e attraverso la possibilità di abitare le nostre comunità. La sua eredità vive nel presente, nella condivisione dei principi che ci ha trasmesso e nelle prassi operative che ne conseguono, mantenendo vivo il servizio, che ci ha consegnato, e rinnovandolo all’altezza delle sfide sempre più complesse che ci troviamo ad affrontare, legate alle trasformazioni politiche, economiche, sociali, legislative, antropologiche e culturali. Anche l’attuale contesto pandemico sta influendo sull’organizzazione e sull’operatività dei servizi pubblici di salute mentale e ci impone di invocare azioni sistematiche e condivise per riprogettare e riorientare i sistemi di salute attraverso un progetto di rafforzamento articolato e community based, centrato sulla medicina territoriale, in grado di intercettare i bisogni e capace di coinvolgere tutti gli attori comunitari (enti locali, gestori di servizi, consulte, terzo settore, associazioni di utenti e familiari, centri di ricerca, ecc.). In questa fase storica tutti noi operatori della salute mentale siamo chiamati a contribuire a rendere la vita quotidiana meno incerta e precaria e a lavorare continuativamente per il benessere delle nostre comunità

Nessuno è perfetto
0 0
Materiale linguistico moderno

Asti, Maria Teresa

Nessuno è perfetto : storie di un'assistente sociale di provincia / Maria Teresa Asti

Pisa : Pacini Editore, 2021

Abstract: «Da tempo Coeso Società della Salute si impegna per diffondere un'immagine della professione di assistente sociale vicina alla realtà e lontana dagli stereotipi inesatti e fuorvianti che invece caratterizzano l'attuale immagine pubblica di questa professione. Le iniziative ad oggi messe in campo e gli strumenti utilizzati sono stati molteplici: corsi di formazione, la pubblicazione - qui nella nostra collana - del libro di Simone Giusti Manuale di sopravvivenza per assistenti sociali; la serie web Aiutanti di mestiere (in sette puntate - con la realizzazione del sito relativo www.aiutantidimestiere.com), oggetto di studio e di ausilio didattico universitario, ed ora la raccolta di racconti Nessuno è perfetto. Strumenti diversi per raggiungere un unico obiettivo, avvicinare l'opinione pubblica, i media, la cittadinanza, gli stessi fruitori dei nostri servizi alla realtà professionale del nostro ente e ai professionisti che vi lavorano, nel tentativo di creare una relazione proficua e per tanto proattiva. Strumenti diversi ma che trovano nella metodica della narrazione, un elemento fondamentale; la narrazione è potente strumento conoscitivo, anche in funzione educativa e persino terapeutica: da sempre l'uomo ha narrato, dai miti alle saghe, dalle leggende alle serie tv, il racconto serve per comprendere ed ordinare il mondo, secondo Barthes. E proprio nell'anno del centenario della nascita di Gianni Rodari, si parva licet, vogliamo presentare la raccolta di Maria Teresa Asti, esperienze biografiche in forma narrativa, che forniscono una dimensione reale della complessità del lavoro di assistente sociale nel mondo contemporaneo. Nessuno è perfetto, scrive Maria Teresa, Visto da vicino nessuno è normale, diceva Basaglia: fare i conti con la molteplicità, con l'inesauribile ricchezza dei comportamenti e dei pensieri umani è la peculiarità di una professione straordinaria.» Dalla Presentazione di Fabrizio Boldrini)

Camicia rossa
0 0
Materiale linguistico moderno

Sozzi, Massimo

Camicia rossa : vita del comandante partigiano Mario Chirici raccontata dal figlio Alfeo Chirici / Antonella Cocolli ... [et al.]

Pitigliano : Le strade bianche di Stampa Alternativa, 2021

Abstract: In questo libro è raccontata l’epopea del comandante partigiano Mario Chirici, grazie alle testimonianze e ai documenti del figlio e del nipote. Perseguitato e costretto al confino in Sardegna, e poi a Lipari dove incontra Emilio Lussu e altri intellettuali dissidenti, nel 1943 Chirici torna a Massa Marittima e assume il comando della 3° Brigata d’assalto Garibaldi “Camicia rossa”. La cautela delle azioni armate e la débâcle di Campo al Bizzi, dove muoiono 5 suoi uomini, lo mettono in contrasto con il commissario politico comunista. La conseguenza è una scissione, dopo la quale Chirici e altri suoi seguaci si aggregano al raggruppamento Monte Amiata. Il 24 giugno 1944, alla testa della brigata “Camicia rossa”, Chirici libera Massa Marittima aprendo la strada alle truppe alleate che lo riconoscono simbolo della Resistenza

Il Giglio, i 10 anni che sconvolsero l'isola
0 0
Materiale linguistico moderno

Polvani, Silvano - Tardani, Carlo

Il Giglio, i 10 anni che sconvolsero l'isola : 13 gennaio 2012 - 13 gennaio 2022 / foto di Carlo Tardani, testi di Silvano Polvani

[Follonica] : Colibrì, 2021

Abstract: Per più di due anni la nave è rimasta adagiata su un fianco su uno scalino roccioso sugli scogli delle Scole come un cetaceo spiaggiato. Immobile, impassibile, davanti al trascorrere del tempo in cui si è pianto e detto molto: dalle indagini sul tragico "inchino" fino all'ormai famoso "Torni a bordo " del Capitano De Falco rivolto al Comandante Schettino. Poi la frenesia delle ricerche, la rassegnazione e il dolore per la perdita di 32 esseri umani (27 passeggeri e 5 dell'equipaggio) che nulla hanno potuto contro una delle più gravi tragedie della marineria italiana. Fino a che il relitto della Costa Concordia non fu portato nei cantieri di Genova per essere definitivamente smantellato diventò, suo malgrado, il monumento alla stupidità umana visibile da ogni parte dell'Isola

Terzo atlante degli uccelli nidificanti a Grosseto, 2019-2020
0 0
Materiale linguistico moderno

Giovacchini, Pietro <1963-> - Giovacchini, Pietro <1963- > - Passalacqua, Luca <ornitologo> - Picciau, Angela

Terzo atlante degli uccelli nidificanti a Grosseto, 2019-2020 / Pietro Giovacchini, Luca Passalacqua, Angela Picciau

Follonica : Colibrì, 2021

Abstract: Il Terzo Atlante degli Uccelli Nidificanti a Grosseto 2019–2020 rappresenta un prezioso contributo scientifico per conoscere le specie, anche quelle problematiche, che vivono in città e valutarne l’impatto sull’ecosistema urbano; conoscere l’entità, la resistenza e la capacità di adattamento dell’avifauna sono elementi utili per la gestione ambientale da parte dell’Amministrazione Comunale.

Matteo di Giovanni a Gavorrano
0 0
Materiale linguistico moderno

Cardarelli, Sandra

Matteo di Giovanni a Gavorrano : la pala 432 nella Pinacoteca di Siena / Sandra Cardarelli ; a cura di Piero Simonetti

Arcidosso : Effigi, 2021

Abstract: «Matteo di Giovanni ha lasciato importanti testimonianze della sua arte nella diocesi di Grosseto: nella cattedrale della città si trova la veneratissima immagine della Madonna delle Grazie, e nella chiesa di San Niccolò a Montepescali la pala d'altare con la Madonna col Bambino e i Santi Guglielmo di Malavalle, Sebastiano, Maria Maddalena, e Lucia. Un manoscritto di Cione di Ravi andato perduto, menziona una tavola con la Madonna e il Bambino commissionata per la chiesa di Ravi a Sano di Pietro, e poi completata da Matteo di Giovanni, e purtroppo dispersa. La pala 432 era rimasta nel novero delle opere di questo artista dalla provenienza sconosciuta, ma la composizione e l'iconografia di questa immagine sacra, insieme alla storia di Gavorrano, ci forniscono elementi preziosi per individuarne la provenienza e comprenderne l'importanza per questa comunità. Questo studio aggiunge quindi un tassello al percorso di questo artista in Maremma proponendo la chiesa di Gavorrano come collocazione originale della pala 432 oggi nella Pinacoteca di Siena.» (dalla prefazione). Presentazione di Rodolfo Cetoloni.

Maremma fra cielo e terra
0 0
Materiale linguistico moderno

Rossetti, Giovanni <1942- >

Maremma fra cielo e terra / Giovanni Rossetti

Grosseto : Innocenti, 2021

Abstract: La memoria, quella possibilità di riprodurre nella mente dell'uomo stati di coscienza passati, immagini, sensazioni e di poterli riconoscere come tali, di localizzarli nel tempo, vien meno con l'età e, come forse impropriamente affermo, si “scolora”. Anche una vecchia foto ingiallisce, perde i colori originari e il proprio dettaglio; se stampata a colori assume tonalità tendenti al rosso. Tutte e due le manifestazioni sono irreversibili. Ho cercato quindi di cogliere le immagini più significative, soffermandomi sui particolari e sulle simbologie che riguardano l'ambiente, i momenti di lavoro, i tradizionali giochi e tornei degli ultimi Butteri di Maremma. E subito dopo aver presentato alcune immagini così come sono, con quei colori che la natura ha donato a questa terra, ho “raccontato” l’attività dei Butteri dall'alba al tramonto, dove il sole assume un ruolo molto importante. Ho poi volutamente tolto una parte di colore sulle restanti scene, mentre in altre è prevalso il bianconero o il seppia. Questo per rimarcare che quelle memorie, quelle tradizioni devono essere “fermate” prima che diventino una monocromia o scolorino del tutto, perdendosi nell'oblio del tempo

Le meraviglie della Costa d'Argento : dizionario etnofaunistico dell'Argentario, dell'isola del Giglio e di Orbetello / Giuseppe Tosi. Vol. 1
0 0
Materiale linguistico moderno

Tosi, Giuseppe <1945- > - Tosi, Giuseppe <1945- >

Le meraviglie della Costa d'Argento : dizionario etnofaunistico dell'Argentario, dell'isola del Giglio e di Orbetello / Giuseppe Tosi. Vol. 1 / Giuseppe Tosi

Abstract: Questo libro è il frutto di un minuzioso lavoro di raccolta di fonti orali, scritte e iconografiche, di studio, di approfondimento, di verifica costante. La componente "etnica" è qui espressa nella accezione più vera e profonda, che trae origine dalla sua etimologia, sottolineandone l'origine propria della cultura popolare, frutto della esperienza diretta degli abitanti di un dato luogo e tramandata da una generazione all'altra. Agli aspetti vernacolari si accompagnano minuziose descrizioni scientifiche che consentono di inquadrare in modo inequivocabile la morfologia e la biologia delle specie trattate. In alcuni casi vengono addirittura riportate ricette per le specie il cui interesse culinario è degno di nota o si rifà a elementi caratterizzanti del territorio. Non mancano inoltre box di approfondimento di tipo sistematico e, in molti casi, storico, riferiti a descrizioni e osservazioni condotte da illustri personaggi del passato. Recuperare e tramandare i nomi vernacolari delle specie che caratterizzano il Monte Argentario, Orbetello e l'Isola del Giglio è innanzitutto un'encomiabile opera di conservazione. Salvando i nomi si salva la storia e il patrimonio di conoscenze che li hanno prodotti, si restituisce dignità alle popolazioni che nel tempo - ben prima delle reti informatiche di cui oggi sembra che non si possa fare a meno - basavano su quei nomi le relazioni tra persone, la crescita della propria identità culturale e, in ultima analisi, il proprio benessere e la propria sopravvivenza.

Maremma
0 0
Materiale linguistico moderno

Maremma : paesaggi 1870-2020 / a cura di Marco Firmati, Andrea Granchi, Francesca Petrucci

Arcidosso : Effigi, 2021

Reali Presidi di Toscana, 1557-1815
0 0
Materiale linguistico moderno

Della_Monaca, Gualtiero

Reali Presidi di Toscana, 1557-1815 : un piccolo Stato, una grande storia / Gualtiero Della Monaca

Arcidosso (GR) : Effigi, 2021

Abstract: La storia dei Reali presìdi di Toscana è quella di un piccolo «stato-non stato» che da metà del secolo XVI ha un insospettabile ruolo nel gioco delle strategie politiche europee. Le piazzeforti di Orbetello, Porto Ercole e Porto Longone, insieme ai porti di Talamone e di Porto Santo Stefano, costituiscono infatti per oltre 250 anni un ambìto «oggetto del desiderio» da parte dei grandi d’Europa, subendo assedi, guerre, dominazioni destinati a segnare in modo profondo le tradizioni e i costumi delle comunità che li abitano. Una rilettura che tenta di andare oltre i luoghi comuni legati alla narrazione consueta degli aspetti sociali ed economici di tale lembo territoriale della bassa Maremma costiera

Gli Americani dalla Maremma al fiume Arno (giugno-luglio '44)
0 0
Materiale linguistico moderno

Pestelli, Andrea

Gli Americani dalla Maremma al fiume Arno (giugno-luglio '44) : cronaca delle operazioni militari che portarono alla liberazione delle provincie di Grosseto, Pisa e Livorno ad opera della Quinta Armata americana del Gen. Mark Clark / Andrea Pestelli

Arcidosso : Effigi, 2021

Abstract: Forse, inconsciamente, è stato proprio per ripristinare l’immagine degli americani-liberatori, che ho deciso di scrivere questo libro, nel quale si ripercorrono le tappe dell’avanzata della Fifth Army del Gen. Clark nella parte occidentale del territorio toscano, dalla Maremma al fiume Arno; quando si parla della guerra in Toscana si pensa subito ai combattimenti sulla linea Gotica, dimenticando forse che ci sono state cruente battaglie anche nella zona presa in esame in questo libro […]

Contributo alla bibliografia letteraria della Pia di Dante
0 0
Materiale linguistico moderno

Contributo alla bibliografia letteraria della Pia di Dante : catalogo della mostra tenuta nella Biblioteca Comunale "Gaetano Badii" di Massa Marittima in occasione del 7. Centenario Dantesco (16 Ottobre-31 Dicembre 2021) / a cura di Gianpiero Caglianone ; con le relazioni presentate al Convegno sulla Pia di Dante tenuto a Massa Marittima nella Biblioteca Comunale "G. Badii" il 23 Ottobre 2021 / a cura di Roberta Pieraccioli

Massa Marittima : Biblioteca Comunale "Gaetano Badii", 2021