Community » Forum » Recensioni

La prima legge
5 1
Abercrombie, Joe

La prima legge

Milano : Oscar Mondadori, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Logen Novedita è un guerriero in fuga dal Nord di cui è stato il campione idolatrato tanto dai nemici che lo vorrebbero morto come dagli amici che farebbero meglio a crederlo tale. Perché dentro di lui si annida il Sanguinario, un'ombra per cui orrore, fuoco e morte sono un banchetto al quale invitare tutto e tutti. Glokta l'Inquisitore trascina il proprio corpo torturato nei palazzi del potere, investigando su una cospirazione in grado di ribaltare l'ordine costituito. Il giovane Jezal dan Luthar, che forse si accontenterebbe della propria bellezza, sfacciataggine e abilità nella scherma, scoprirà che qualcuno nutre grandi e pericolosi progetti per lui. Il Maggiore West deve lottare contro la propria sorella, l'idiozia delle gerarchie militari, e la costante feroce emicrania. Nelle vene della misteriosa e intrattabile Ferro Maljinn scorre sangue di demone, e una sete di vendetta che minaccia di travolgere un Impero. I loro cammini sono destinati a incrociarsi nella guerra che chiude le sue fauci sull'Unione da Nord a Sud, mentre alle ombre del passato e ai sortilegi si sommano le nuove, devastanti forze dell'oro e della tecnologia. Con questo affresco, ricco di pathos e umorismo nero, che comprende rovine ciclopiche e bettole, schermaglie politiche e duelli brutali in un cerchio di scudi, mercenari e prostitute, regine e banchieri, Joe Abercrombie ha portato il fantasy verso nuovi confini, capaci di fondere J.R.R. Tolkien e i noir americani, il realismo di G.R.R. Martin e l'ironia citazionista di Tarantino.

105 Visite, 1 Messaggi

Decisamente un classico del fantasy che nulla ha da invidiare a Tolkien. Molto più pessimista, adulto e splatter sicuramente, ma con quei bei personaggi che ti conquistano, dal primo all'ultimo, nessuno completamente buono o completamente cattivo, ma sempre tutti nel mezzo (come nella realtà), ognuno con i suoi trascorsi e le sue motivazioni (molto ben spiegate). Come mi era successo con "Il signore degli anelli" arrivata ai 3/4 del libro leggo sempre meno pagine al giorno perchè non lo voglio finire ... sono personaggi talmente reali che fanno compagnia...e non li voglio lasciar andare.

  • «
  • 1
  • »

168 Messaggi in 166 Discussioni di 12 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.